ARALDICA Basagni

 

L’   Araldica

della Famiglia Basagni

 

Questo stemma è la riproduzione fedele di quello, ancora visibile nella prima metà del 1800, dipinto su una panca della Famiglia Basagni , nella Chiesa Pievanica di Stia, in Casentino ( prov. di Arezzo ) .

Nel libro < Storia e Segreti di Stia in Casentino > ( Ed. Fruska-1999), di Leonardo Previero, è riportato che la Famiglia BASAGNI possedeva , nell’ antica Pieve romanica di Stia, una propria cappella mortuaria. La cappella della Famiglia Basagni, a Stia, era dedicata a < Santa Maria Maddalena Penitente >. Purtroppo vari interventi di ” cattivo ” restauro, avvenuti nella seconda metà del 1700, hanno tolto queste cappelle, e con esse sono state tolte le antiche lapidi mortuarie, alcune risalenti al XV secolo. Anche la facciata della antica chiesa è stata totalmente rifatta.

Ciascuna cappella era corredata di una, o più, panche private , in legno. Queste panche non fono distrutte , e nella metà del 1800, era ancora visibile , in una di esse, la scritta Famiglia Basagni ed il relativo suo Stelma.

Sappiamo che un Basagni ( il cui nominativo non è certo, pure se riteniamo essere stato il Sig. Santi Basagni di Giuseppe, nato nel 1802 ) , che visto questo disegno, ne fece fare una riproduzione , fedele, su carta. Questo disegno fu consegnato ad uno Studio Araldico di Firenze, con l’incarico di integrarlo con una ricerca Storica del Casato.

Disegno dello Stemma e Storia della Famiglia , furono successivamente riprodotti in più copie e distribuite tra Parenti.

Tutt’oggi ( dopo oltre 150 anni, circa ) troviamo varie Famiglie Basagni che hanno conservato una di queste copie dell’epoca. Altre copie , delle copie , sono state successivamente riprodotte, in epoche più recenti.

Non è stato, invece, ( al momento ! ) ritrovata la prima copia, quella rilasciata dallo Studio Araldico, che dovrebbe avere sul retro il timbro dello Studio fiorentino.

Una mia personale considerazione :

mentre, come si è visto, possiamo essere sicuri dell’ autenticità del disegno dello < Scudo >, si nutrono fortissimi dubbi su quanto riportato nella ricerca storica. Parlare della presenza di un < Cavaliere >, di nome Ruggero Basagni, nella battaglia di Legnano , avvenuta nel 1176 , ci sembra un dato estremamente assurdo.

NOTA.

Il possesso , per una antica Famiglia, di uno Stemma Araldico non è necessariamente collegato ad avere avuto un titolo Nobiliare. Nel Medioevo, epoca in cui era largamente diffuso l’analfabetismo, le Famiglie che possedevano dei beni immobili erano solite indicare , mediante uno scudo colorato, ( oggi potremmo dire tramite un pittogramma ) il loro nome nei beni posseduti. Prevalentemente , queste Famiglie possedenti, discendevano da coloro che avevano servito, in arme, i vari Signori feudatari del luogo. Lo stemma, in origine era detto ARMA o SCUDO Cavalleresco ( per ricordare come il possessore, aveva prestato servizio in ARME in qualità di Cavaliere )

Questi STEMMI, ( tra cui il nostro ) come potete osservare hanno lo scudo sormontato da un semplice <elmo >. Contrariamente agli Stemmi Gentilizi ( ossia quelli dei Titolati ) che portano altri ornamenti, tipici del titolo.

Sia ben chiaro, a tutti i lettori, che la nostra Famiglia, non risulta essere mai stata insignita di particolari Titoli Nobiliari.

Solo nel 1715, il 24 giugno, venne riconosciuta dal Granduca Cosimo III , l’iscrizione alla Nobiltà Fiorentina del Cavaliere Giovan Battista Basagni, di Battifolle, ma solo come titolo personale, non al Casato.

Molto difficile ritenere che questi Stemmi ( o più semplicemente SCUDI ) abbiano conservati intatti, nei secoli, i disegni originali. Spesso si arricchivano di altre aggiunte, così come spesso si modificavano a seguito della formazione di diramazioni famigliari. Nel caso nostro vediamo la presenza di una STELLA in oro in campo bianco, che era l’emblema dei NOTAI. Noi ben sappiamo, da vari documenti di archivio, che a partire dal 1500, molti furono i Basagni che esercitavano la professione Notarile, possiamo ritenere che questa stella, sia stata aggiunta nel XV -XVI secolo.

Come possiamo vedere, la stella è sormontata da un Lambello, a quattro pendenti, tipico riconoscimento al merito cavalleresco, che testimonia una antica attività militare . Confermata, anche, dal drappo, dove si legge < Arma Basagni >, quindi : antica Famiglia Cavalleresca. Per usare termini più attuali, possiamo dire che in origine, in questa Famiglia, furono dei militari professionisti.

 

da aggiungere