Diramazioni nell’ARETINO

A partire dalla metà del 1600, prende inizio un flusso migratorio di famiglie , prevalentemente di contadini,  che lasciano i terreni poveri dell’Alto Casentino , per trasferirsi  in aree più fertili , dell’aretino.  In questo fenomeno, ampiamente diffuso , troviamo anche il nucleo di una famiglia  Basagni . 

Nel 1663 , in località Puglia ( piccola frazione vicina ad Arezzo ), troviamo registrati  quattro fratelli , figli di Paolo Basagni e di. Lisandra ( Alessandra ? )

 

 

 

 

 

9QUATTRO FRATELLI , figli di PAOLO  Basagni e di Alessandra  ( che troviamo scritta anche come Lisandra ), dei quali non conosciamo il luogo di provenienza. Si ritiene che questi Fratelli  nel 1663, quando lasciarono il Casentino , il loro padre ANTONIO era già morto.   Li troviamo registrati ( per la prima volta ) nel 1663  in Località PUGLIA, nel comune di AREZZO, dove restarono per oltre 20 anni . Nel 1700  alcuni  discendenti di questa famiglia si traferiscono in altre località, limitrofe ad Arezzo.  

Nella metà del 1700 , in Arezzo città ,  troviamo alcune  Famiglie Basagni , che sappiamo essere originarie di Poppi. In questo caso si tratta di famiglie di Artigiani e Commercianti che si stabiliscono in Arezzo Città. 

Alla fine del 1700, vediamo che alcuni Basagni , probabilmente discendenti di coloro che avevano abitato in Località Puglia,  spostarsi verso la VALDICHIANA, dando origine a una miriade di Famiglie Basagni , dalle quali oggi discende oltre il 65 % degli attuali Basagni che vivono  in varie Regioni Italiane.

Per facilitare la ricerca a quanti di Voi interessati a conoscere i propri AVI, questo SECONDO GRUPPO è stato diviso in TRE Sub-Pagine.

Prima Sub-Pagina  < dal Casentino all’  Aretino>   Troverete gli schemi e le notizie, riguardanti le Famiglie che si trasferirono( nel 1600 e 1700  )  nelle campagne del Comune di Arezzo.

Seconda Sub-Pagina < Arezzo  ciità > Reltivo alle prime famiglie che , nel 1700 ,si trasferirono   in Arezzo, città-

Terza Sub- Pagina   < Origine  delle Famiglie in Valdichiana  > Questo capitolo è molto significativo, perchè come vedrete oltre il 65 % dei Basagni, oggi presenti in Italia, discendono da questo nucleo Familiare che nel  1700, si trasferisce in Valdichiana  Riporto lo schema delle Diramazioni  ( che siamo riusciti a ricostruire )  formatesi da Paolo Antonio Basagni , nato nel 1698 in località Puglia, nel Comune di Arezzo, coniugato con Maria Maddalena Mancioni

                                                                              Nelle relative Sub-Pagine  troverete tutti gli schemi di queste DIRAMAZIONI ,                                                                                dalle quali discendono , oltre il 65% degli attuali Basagni

La prima presenza di una Famiglia BASAGNI, nelle campagne del Comune di Arezzo, risale al 1673 . Questa testimonianza la troviamo nel libro dello Stato delle Anime , redatto dal curato di PUGLIA. (frazione del Comune di Arezzo ).In questa registrazione sono annotati tutti i componenti di una Famiglia Basagni  che coltiva il podere di Girolamo Redi . Questa  famiglia è composta da Simone di Antonio Basagni, e i suoi fratelli Cristofano, Bernardino, Andrea e Gregorio.
Simone è viene indicato come Capofamiglia ed è l’unico sposato con Catterina e la loro prima figlia è Camilla. Il padre Antonio è
probabilmente già morto perché non è elencato, mentre la madre Alessandra è ancora viva.

1673 – Schema della famiglia Basagni del fu Antonio, che riteniamo essere , in assoluto,la prima Famiglia Basagni a  stabilirsi nel Comune di Arezzo

 

 

1679 – Dal registro delle tasse del macinato.vediamo che il Capofamiglia è Cristofano. In questo registro non compaiono i nomi dei componenti, ma solo il numero delle persone , che compongono la famiglia, che sappiamo composta da 7 adulti e 2 bambini. E’ evidente che Simone , già Capofamiglia , non vive più con i fratelli, e non risulterebbe più residente a Puglia.

1693 –

Dopo Simone, anche suo fratello BENNARDO aveva lasciato la casa, ma era rimasto a vivere sempre a Puglia, ora viveva con la moglie
e due figli maschi, Antonio e Giovan Batta, lavorava su un altro terreno e pagava le tasse per conto suo.

il 13 gennaio 1693, l’età annotata nei registri parrocchiali è di 88 anni, muore la madre Alessandra.
– il registro delle tasse del sale del 1693 e dal registro dei battesimi della parrocchia di S. Cecilia della Libbia – sappiamo che nel frattempo Cristofano si era sposato con Angela (Angiola) e che avevano avuto 9 figli (Antonio n. ca 1679, Camilla n. ca 1680, Giuseppe n.ca. 1682, Doralice n. ca 1683, Maddalena n. ca. 1685, Domenico n. ca. 1688, Giulia n. ca. 1690 , Paolo Antonio 1698 e Donato n.1695 morto dopo pochi giorni.

 Situazione all’ inizio del 1700.

All’alba del XVIII secolo, sappiamo che nelle campagne del Comune di Arezzo vivono  TRE diversi Nuclei famigliari, tutti e tre discendenti da PAOLO BASAGNI ( morto prima del 1673 ) . Di questi tre Nuclei  , che si sono formati durante i circa 20 anni che questi Basagni hanno abitato nella frazione di Puglia, uno solo ( Quello di Bennardo ) resta a Puglia., degli altri due non cvonosciamo, con esattezza i loro primi spostamenti.

Riportiamo i tre Schemi di queste famiglie , ciscuno relativo al Capofamiglia .

 

1° schema, relativo alla Famiglia di CRISTOFANO. ( con lui vivono due fratelli ).