3 – Prime DIRMAZIONI

                                                    Storia della Famiglia Basagni

Terzo Capitolo : LE PRIME DIRAMAZIONI nel 1500

Come riportato, nel capitolo precedente, all’ inizio del 1500 la Famiglia Basagni è tutta residente a Stia. Alcuni decenni dopo, non conosciamo con esattezza la data , che riteniamo tra il 1520 e il 1530  vediamo che Salvatore di Giovanni  si stabilisce , con la sua famiglia, a Montemignaio, in località < La Serraja >.

Qualche anno dopo , vediamo che anche la famiglia di Bartolomeo di Giovanni, lascia Stia e si trasferisce a Firenze,, dove li sappiamo essere residenti tra le anime della Parrocchia di Sant’Ambrogio.

Più o meno, dello stesso periodo, vediamo che Simone di Agnolo, lascia Montemignio e si trasferisce a Moggiona.

La Famiglia Basagni, alla metà del 1500 , è presente in 4 località : STIA, MONTEMIGNAIO, MOGGIONA e FIRENZE.

Non sappiamo, con esattezza,  i motivi che determinarono questi spostamenti. In passato, prima di conoscere della loro prosperosa attività commerciale ( appresa con la lettura del Libro dei Gergofili ) si era ritunuto che queste scissioni, della prima metà del 1500, fossero conseguenti a litigi familiari. Venuti a conoscenza della prestigiosa attività mercantile ( Registro contabile di Giovanni Basagni ) , viene da ritenere che queste due scissioni ( Montemignaio e Firenze ) possano essere avvenute in funzione di un ampliamento della loro attività commerciale.Le due scissioni avvengono alcuni decenni prima , delle scritture contabili di Giovanni , e forse incisero sullo sviluppo dell’azienda, tanto da portare questa loro attività, venti -trenta anni dopo, a quell’enorme volume di affari, a cui fa riferimento il Libro dei Gergofili.  Difficile ritenere che STIA potesse essere l’unica sede, e la logica ci ” poterebbe ” a ritenere a Firenze si fosse realizzato la Sede Commerciale ( le vendite )  e a Montemignaio la Sede Produttiva, mentre a Stia restava la sede Amministrativa dell’  Azienda. ( come si è visto, nel capitolo predente , i Basagni che troviamo a Stia, sono Notai e Dottori abilitati agli Uffizi ).

Messa così l’ ipotesi stà in piedi, ma…… stranamente non abbiamo nessuna traccia di conferma, scritta.  Nessuna antica scrittura, della Città di Firenze, sia di archivio che di pubblicazione, cita questo commercio fatto da dei Basagni, nel 1500 -1600. La Famiglia Basagni, a Firenze, la troviamo solo nei registri dei morti e dei Battesimi. Questa totale assenza di notizie (  1500  e 1600 ), su i Basagni a Firenze, mi suona un po’ strana. All’ Archio di Stato di Firenze troviamo vari documenti , ma tutti fanno esclusivamente riferimento alla Famiglia di Stia, La documentazione che si trova all’ Arcivio  Vescovile di Fiesole fa riferimento ai Basagni Montemignaio e di Stia, ma non c’ è nulla che faccia riferimenti alla Famiglia Fiorentina.

Questa totale assenza di notizie particolari, mi porta a ritenere che forse la scissione fu conseguente a dei litigi , in famiglia e i Basagni , a Firenze, non svolsero particolari attività mercantili, ma semplici comuni cittadini.

Seguiamo , singolarmente , queste antiche Diramazioni  in tre diverse Sub-pagine.